Lely Future Farm Days: per un allevamento sostenibile, guidato dall’automazione

In occasione dei Lely Future Farm Days Lely ha presentato la propria visione sul futuro dell’allevamento. Sostenibilità e benessere ambientale le parole chiave. E tra le tante novità presentate, gli ultimi prodotti di casa Lely: il nuovo robot di mungitura Astronaut A5 e il nuovo robot spingiforaggio Lely Juno

Benessere delle bovine, ma anche dei consumatori, e sostenibilità ambientale. Questi i main topics trattati in occasione dei Lely Future Farm Days, le giornate evento organizzate dalla ditta olandese qualche giorno fa a Maassluis, Olanda Meridionale, in una location all’avanguardia creata appositamente. Lely ha scelto di celebrare così il suo settantesimo anniversario, con lo sguardo rivolto verso il futuro dell’allevamento delle bovine da latte. Con un totale di circa 2mila persone, i Lely Future Farm Days si sono svolti dal 10 fino al 13 di aprile. Venerdì 6 aprile, in occasione del pre-evento, Lely ha visto la partecipazione di circa mille dipendenti con base a Maassluis.
Martedì 10 aprile, data ufficiale di inizio dei Lely Future Farm Days, e mercoledì 11 aprile ha partecipato una stretta e selezionata rappresentanza di circa 50 giornalisti, titolari dei Lely Center di tutto il mondo accompagnati da alcuni rappresentanti dei team dei clusters (come Lely Italia) e delle Regioni, per un totale di circa 600 persone.
Infine, sabato 14 si è svolto il Family day con la partecipazione dei dipendenti basati a Maassluis e delle loro famiglie.


Alexander van der Lely (nella foto qui affianco), Ceo di Lely, ha posto l’attenzione su alcune delle soluzioni rivoluzionarie a cui l’azienda sta lavorando in questi anni. «Il riciclaggio dei reflui zootecnici, lo sviluppo di software per ottimizzare l’organizzazione dei dati informativi e guidare il processo decisionale aziendale sono solo alcuni degli elementi su cui Lely punta per realizzare l’allevamento del futuro - ha spiegato van der Lely -. Lely ha intenzione di dare una risposta a tutti quegli allevatori che cercano continuamente di ottimizzare i processi aziendali per essere più efficienti e per raggiungere un buon equilibrio tra lavoro e vita privata, oltre che alla società che esige sempre di più dagli allevatori in termini di benessere degli animali e sostenibilità ambientale».
Negli ultimi 70 anni Lely ha contribuito a trasformare il mondo dell’agricoltura, con innovazioni che hanno migliorato e reso più piacevole la vita degli allevatori e della mandria. L’automazione ha preso sempre più piede negli allevamenti di tutto il mondo, e questo trend sembra inarrestabile.
Alexander van der Lely crede fermamente in un futuro di successo per il settore dell’allevamento, un futuro caratterizzato dall’automazione. «Nella nostra vision, l’azienda agricola che ha abbracciato l’automazione rimane sempre operativa, 24 ore al giorno. Che si tratti di alimentazione, mungitura, pulizia o cura della mandria, l’automazione permette di eliminare i lavori ripetitivi consentendo all’allevatore di dedicarsi ad altre attività, come il prendersi cura delle vacche che realmente richiedono attenzione. È dimostrato che questo porti innumerevoli benefici sia all’allevatore che alla mandria, come una produzione maggiore di latte, vacche più sane e rilassate, e un maggiore equilibrio tra vita privata e lavoro per l’allevatore. Ed è stato questo l’obiettivo di Lely fin dall’inizio, fin da quando è stata creata l’azienda 70 anni fa».

Due novità
E proprio di automazione parlano i due nuovi prodotti presentati dalla ditta olandese in occasione dei Lely Future Farm Days. Tra le numerose novità proposte durante queste partecipate giornate Lely ha mostrato in esclusiva ai visitatori provenienti da tutto il mondo il rivoluzionario robot di mungitura Astronaut A5 e il nuovo robot spingiforaggio Lely Juno entrando dettagliatamente nelle specifiche di prodotto.

Lely Astronaut A5, nuovo traguardo nella mungitura automatica
L’osservazione dell’interazione tra le vacche e il robot, e i riscontri giunti da numerosi allevatori, hanno portato alla realizzazione di un sistema che combina i principi consolidati della mungitura automatica ad un’affidabilità, facilità d’uso ed efficienza dei costi senza precedenti.
Il nuovo robot di mungitura Astronaut A5 è sinonimo di mungitura senza stress sia per l’allevatore che per le vacche.

Più comfort per bovine e allevatori
Come risaputo, una vacca sana e non stressata produce più latte: è dimostrato che le vacche si sentono a proprio agio e danno ottimi risultati nell'ambiente della stalla Lely caratterizzato da traffico libero delle bovine, concetto I-flow e box di mungitura spaziosi.
Con Astronaut A5 il comfort della vacca aumenta sempre di più: il nuovo braccio ibrido è silenzioso, più veloce, più efficiente dal punto di vista dei consumi energetici e quindi più preciso, e garantisce una mungitura regolare. Seguendo ogni movimento della vacca durante la fase di mungitura e posizionandosi vicino alla mammella, il braccio ibrido è in grado di correggersi rapidamente in caso di movimenti imprevisti dell’animale. Ciò garantisce un processo di mungitura veloce e completo, anche delle primipare.

Dopo ogni mungitura, il nuovo sistema di rilevamento del capezzolo effettua una seconda scansione della mammella per garantire un'igiene ottimale e limitare il rischio di contaminazione.
La nuova interfaccia utente è ancora più intuitiva, per cui chiunque può capire facilmente come funziona la mungitura automatica e controllare il robot. Tutte le informazioni rilevanti vengono presentate in un’unica schermata, dalla prima mungitura di una vacca alle attività quotidiane. È sufficiente un clic per svolgere azioni come assegnare l’alimentazione, definire il percorso specifico per la singola vacca o vedere le attività di manutenzione giornaliera. Astronaut A5 è progettato per offrire la massima facilità d’uso, accessibilità e assistenza.

Solido ritorno sull’investimento e affidabilità comprovata
Per abbassare in modo significativo il costo di un chilo di latte prodotto, Lely ha ridisegnato l’intero sistema. Astronaut A5 è stato testato in tutto il mondo, da oltre 30 clienti e su più di 2 milioni di mungiture in un ampio intervallo di temperature, per garantirne un funzionamento impeccabile in qualsiasi circostanza. In tutti i test, il consumo di detergenti e acqua è stato abbassato e l’utilizzo di energia è stato ridotto anche del 20%. Gli investimenti per rendere la manutenzione rapida e semplice e l'utilizzo di componenti di alta qualità permettono una significativa riduzione dei costi di manutenzione. Oltre ad essere ancora più efficiente, Astronaut A5 ha un ritorno sull'investimento senza eguali.

Costruito a partire dalle esigenze degli allevatori
Il nuovo robot di mungitura Astronaut A5, compatibile con l’A4, risponde perfettamente alla vision di Lely. Alexander van der Lely è veramente orgoglioso di presentare questo prodotto rivoluzionario: «Mungere una vacca non è mai stato così semplice e comodo sia per l’allevatore che per l’animale.
Astronaut A5 contribuisce all'obiettivo di rendere più facile la vita degli allevatori, aumentare il successo della loro attività e creare un futuro di successo per loro e le loro famiglie. Questo è il motivo per cui, durante lo sviluppo del robot, abbiamo ascoltato gli allevatori e testato accuratamente Lely Astronaut A5 in allevamenti di tutto il mondo. Come avviene con tutti i nostri prodotti, sono gli allevatoriche, in ultima analisi, determineranno il successo di questo nuovo Astronaut».

Disponibilità
Lely Astronaut A5 è disponibile presso i Lely Center di tutto il mondo. Per maggiori informazioni gli allevatori possono contattare il proprio Lely Center di zona.

Il nuovo Lely Juno per il riavvicinamento automatico del foraggio
Come già anticipato, in occasione dei Lely Future Farm Days, Lely ha annunciato l’ultima innovazione nel campo del riavvicinamento automatico del foraggio: un Lely Juno estremamente più efficiente. Lely ha maturato oltre dieci anni di esperienza nel riavvicinamento automatico del foraggio grazie a Juno, e sei anni nel campo dell’alimentazione automatica con Vector. Le conoscenze acquisite hanno portato alla nascita del Juno di terza generazione: più semplice da implementare in qualsiasi tipo di stalla, più facile da azionare e in grado di riavvicinare il foraggio anche in aziende agricole con più stalle. 

Tutte le innovazioni Lely ruotano attorno alla vacca. Grazie ad una tecnologia intelligente, il nuovo Juno assicura che vi sia sempre foraggio fresco per tutte le vacche lungo la rastrelliera. Questo porta benefici alla mandria in termini di salute, fertilità e produttività, e a migliori risultati finanziari.

I benefici del riavvicinamento frequente dell’alimento
Una maggiore frequenza di riavvicinamento della razione stimola l’assunzione di alimento da parte della mandria, con un aumento che può arrivare al 2,8%. Quando abbinato alla mungitura automatica, il riavvicinamento frequente di foraggio incoraggia le vacche a recarsi più spesso al robot di mungitura. Riduce la quantità di avanzi, e in caso di un numero ridotto di posti in mangiatoia limita lo stress e l'aggressività della mandria garantendo che ogni vacca disponga in ogni momento di alimento appetibile e in quantità sufficiente. L'automazione del lavoro ricorrente di riavvicinare il foraggio 24 ore al giorno diminuisce inoltre in modo significativo il fabbisogno di manodopera e i costi del carburante.

Un nuovo traguardo nel campo del riavvicinamento automatico del foraggio
Un robot spingiforaggio versatile che può essere utilizzato praticamente in qualsiasi tipo di stalla senza modifiche. Juno segue le pareti e le rastrelliere su entrambi i lati, mentre le guide metalliche sul pavimento lo indirizzano verso la stazione di ricarica e, se necessario, verso altre stalle.
Quando Juno guida senza riavvicinare il foraggio, la gonna può essere sollevata. Questo ne riduce l'usura e gli consente di superare piccoli ostacoli. Inoltre ha un'altezza libera da terra sufficiente per muoversi su pendenze, evitando che fango e letame sporchino la protezione. Il foraggio rimane così pulito e fresco, fattore che a sua volta migliora l'assunzione di cibo e la salute della mandria. Quando Juno spinge l’alimento a destra e a sinistra, la gonna viene abbassata.  La funzionalità di spinta bidirezionale permette una maggiore capacità di funzionamento del robot e consente un movimento omogeneo dell’alimento. Nei periodi caldi questo evita il surriscaldamento dell’alimento in rastrelliera.

Tecnologia intelligente per maggior controllo e sicurezza
Quando si sposta da una stalla all’altra, Juno può aprire e chiudere automaticamente le porte elettriche grazie ad una connessione Bluetooth. La connessione Bluetooth può essere usata anche per azionare il robot dallo smartphone con l’app “Lely Control Plus”. L'allevatore può facilmente creare e poi controllare un percorso con azioni preimpostate e guidare Juno con un clic. Nello stesso percorso si può avvicinare l’alimento a distanze diverse. In base alla quantità di foraggio disponibile in un determinato punto, Juno corregge automaticamente la distanza ottimale dalla rastrelliera.


Anche in presenza di una ripartizione non omogenea, il robot assicura un riavvicinamento corretto dell’alimento lungo tutta la corsia, in modo che sia sempre raggiungibile dalle vacche.
Juno dispone anche di un rilevatore di collisione che provvede a fermarlo non appena incontra un ostacolo. Il rilevatore può essere dotato di un impulso elettrico, che non arreca danni alle vacche o alle persone ma serve ad evitare che il contatto con gli animali arresti la macchina.
Il nuovo Juno sarà disponibile dal 31 agosto 2018.

A breve, sulla nostra rivista cartacea Informatore Zootecnico, ulteriori dettagli sui Lely Future Farm Days!

 

 

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome