Uova al fipronil, le mosse del ministero della Salute

Incontro tecnico tra rappresentanti dei ministeri della Salute, delle Politiche agricole e dello Sviluppo economico e di organizzazioni della filiera produttiva. I dati aggiornati al 23 agosto sui controlli effettuati

Il ministero della Salute rende noto che si è tenuta il 28 agosto al dicastero, alla presenza del ministro Beatrice Lorenzin, un incontro tecnico tra rappresentanti dei ministeri della salute, delle politiche agricole e dello sviluppo economico e di organizzazioni della filiera produttiva sulla contaminazione di uova da fipronil. L'incontro, precisa il ministero, "era finalizzato a illustrare le azioni adottate dal ministero della salute, anche in vista della riunione del comitato paff nella sezione che si occupa della sicurezza tossicologica nella catena alimentare, che avrà luogo a Bruxelles il prossimo mercoledì 30".
Il ministero della salute informa poi di aver "comunicato, ricevendo apprezzamenti da parte di tutte le associazioni presenti, le ulteriori iniziative riguardanti il controllo ufficiale avviato negli allevamenti del territorio nazionale, che prevedono prelievi di campioni in 845 unità, e la prosecuzione, che sarà rimodulata sulla base degli esiti della prima serie di controlli eseguiti, di quelli sulle fasi successive alla produzione primaria".
Le parti presenti all'incontro "hanno concordato di chiedere alla Commissione europea di adottare proprie iniziative al fine di armonizzare gli interventi in corso nei diversi stati membri, riservandosi comunque l'adozione di ulteriori misure nazionali. Le associazioni hanno manifestato il loro impegno a rafforzare l'autocontrollo mirato alla ricerca del contaminante, estendendolo a tutte le unità produttive degli associati. Le parti hanno concordato di proseguire le interlocuzioni anche alla luce di quanto sarà deciso in sede comunitaria.
La situazione controlli
Sempre il ministero della Salute ha poi fornito i dati aggiornati al 23 agosto sui controlli effettuati in merito alla presenza di fipronil in uova, ovoprodotti e alimenti che li contengono. I numeri forniti sono comprensivi di quelli comunicati in precedenza nonché di quelli forniti dal Comando Carabinieri della Salute.
Risultano effettuati:

  • 196 campionamenti dalle Regioni, nell’ambito del Piano di ricerca su pollame, uova, derivati disposto dal Ministero il giorno 11 agosto.
  • 107 campioni dai Nas così ripartiti: 42 campionamenti conoscitivi di prodotti trasformati contenenti uova o derivati, prelevati nei negozi e supermercati su disposizione del ministero del 14 agosto, e 65 ulteriori campionamenti effettuati su iniziativa dell’Arma.
  • 60 campionamenti dagli Uffici periferici del ministero della Salute per gli adempimenti comunitari (Uvac), per merci provenienti dai Paesi interessati dall’allerta  Per quanto riguarda l'attività analitica, ad oggi gli Istituti zooprofilattici hanno completato le analisi su 124 dei campioni pervenuti.   Relativamente ad alcuni campioni di uova riscontrati non conformi, è stato chiesto dalla Direzione competente della Sanità animale e dei Farmaci veterinari un intervento dei Nas presso gli allevamenti di provenienza delle uova contaminate, attraverso ispezioni delle strutture, verifica della presenza di sostanze o farmaci vietati, con particolare riguardo al fipronil, e prelievo di campioni su prodotti di origine animale, animali vivi e uova.
  • Sono state rilevate 8 positività (5 in uova presso dei centri di imballaggio, 2 relative ad ovoprodotti e 1 relativa a prodotti di trasformazione) con conseguente segnalazione alle Regioni e Asl competenti territorialmente per ulteriori accertamenti sulla provenienza nazionale o estera delle uova o dei prodotti contaminati, sulle fonti di contaminazione e per l'adozione, in esito ad essi, di eventuali provvedimenti restrittivi.
  • Non risultano pervenuti allerta comunitari, oltre i 6 già segnalati in precedenza e gestiti. Il ministero precisa che in tale ambito rientra il sequestro di omelette surgelate reso noto dalla Regione Lombardia lo scorso 21 agosto, a seguito di una comunicazione di questo ministero.

 

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome