Dall’Azienda Caprarelli di Pontinia, la prima bufala d’Italia

caprarelli
Az. agricola Caprarelli: i conduttori dell’azienda, i tecnici, gli animali allevati.
Allevata dall’Azienda Caprarelli, che ottiene i propri risultati puntando non solo sulla genetica ma anche sull’alimentazione

Nell’ultimo indice genetico pubblicato a settembre dall’Associazione nazionale allevatori specie bufalina (consultabile su www.anasb.it) la bufala n.134.267 dell’Azienda agricola Caprarelli, situata nel comune di Pontinia in provincia di Latina, è risultata essere prima assoluta per l’indice PKM (produzione Kg di mozzarella), indice genetico che racchiude in sé sia la quantità di latte che la qualità del latte espressa in tenori di grasso e proteine. Il valore calcolato di PKM della bufala suddetta è di 268, distanziando così la seconda di ben 4 punti.

Tale valore è calcolato sulla base sia di una componente genetica dell’animale, sia di una componente ambientale, rappresentata in massima parte dalla alimentazione e dalla gestione aziendale. Il lavoro svolto da Alessandro de Nicola, nutrizionista e responsabile tecnico di Vitasol per le regioni del Centro Sud, e da Giuseppe Ronci, veterinario e consulente Vitasol presso l’azienda Caprarelli, ha dato i suoi frutti.

Solo unendo la tecnologia e la qualità dei prodotti di integrazione Vitasol ( www.vitasol.it ), le capacità del nutrizionista e le potenzialità dell’azienda si possono ottenere tali risultati. Nulla di più vero quindi affermare che l’unione fa la forza, e proprio gli obiettivi raggiunti sono qui a dimostrarlo.

La famiglia Caprarelli alleva bufale da ormai tre generazioni: oggi è sicuramente uno degli allevamenti storici dell’agro pontino. I capi allevati sono circa trecento di cui il 30% comprende la rimonta. La produzione di latte è fortemente destagionalizzata con una quota di latte prodotto nei mesi primaverili ed estivi che si aggira intorno al 70%.

Negli ultimi tempi, di concerto con il suo consulente veterinario, Giuseppe Ronci, la proprietà dell’azienda ha molto investito nelle moderne tecniche di miglioramento genetico, aumentando notevolmente le capacità produttive della mandria.

Proprio la collaborazione tra la figura del veterinario e quella del tecnico nutrizionista ha permesso di mettere a frutto tutti gli sforzi fatti in questi anni dai titolari dell’azienda. La sintesi di queste conoscenze e professionalità è la chiave nella gestione della moderna azienda zootecnica, e di questo Vitasol è consapevole portando presso i propri clienti un’idea di collaborazione tra allevatore, veterinario e nutrizionista in grado di raggiungere un risultato continuo e sostenibile con le esigenze del mercato.

Caprarelli

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome