Accreditamento Icar: Anarb promossa a pieni voti

L'associazione nazionale allevatori di razza Bruna è il primo ente italiano, e secondo al mondo, a ottenere l’accreditamento Icar per l’interpretazione delle analisi genomiche

I primi di febbraio, l’Associazione nazionale allevatori bovini della razza Bruna (Anarb) è stata accreditata da Icar (ente internazionale per l’armonizzazione dei metodi di rilevamento dati in ambito zootecnico), come centro d’interpretazione delle analisi genomiche al fine del riconoscimento della parentela.

Un importante riconoscimento che viene ottenuto da Anarb non solo come primo ente italiano, ma come secondo ente al mondo.

La certificazione segue un test brillantemente superato dall’Associazione. Ricevute le informazioni genomiche e di pedigree di un gruppo di soggetti, Anarb è stata in grado, con un’accuratezza del 100%, di identificare le corrette corrispondenze genitori-figli, segnalando i casi dubbi. Questi ultimi erano stati inseriti appositamente nelle informazioni del test, al fine di verificare la precisione dei sistemi di interpretazione dei dati.

Il superamento dell’esame ha permesso all’Associazione nazionale della razza Bruna di aderire al nuovo servizio GenoEx Pse, che Icar e Interbull apriranno il prossimo giugno. L’obiettivo del servizio è quello di fornire una piattaforma di scambio di set standardizzati di Snp (Single Nucleotide Polymorphism) per permettere le diagnosi di parentela a livello internazionale.

“Un importante passo avanti che ufficializza il lavoro di Anarb già in essere da alcuni mesi – ha commentato il presidente dell’Associazione Pietro Laterza - . Un traguardo con un significato particolare, perché è il frutto degli investimenti in ricerca effettuati dall’Associazione anche durante anni non facili dal punto di vista economico.”

L’Associazione degli allevatori della razza Bruna ha ricevuto non solo i complimenti, ma anche i ringraziamenti internazionali per avere, di fatto, testato sul campo il sistema di certificazione Icar, fornendo commenti e suggerimenti per possibili miglioramenti futuri del servizio.

Sempre in termini di genetica animale, dal 7 al 16 febbraio tutto il mondo della ricerca e dell’industria, che si occupa di genetica animale per le produzioni zootecniche, si è dato appuntamento ad Auckland, in Nuova Zelanda, per un aggiornamento sullo stato dell’arte: tre congressi, oltre 1400 partecipanti provenienti da 70 nazioni e 870 i lavori presentati.

Per la prima volta quest’anno si sono susseguiti il convegno biennale di Icar, il congresso annuale di Interbull e il congresso mondiale quadriennale di genetica applicata alle produzioni zootecniche (Wcgalp).

Tale concomitanza ha permesso un confronto di livello mondiale su aspetti molto importanti: la raccolta di dati innovativi, le valutazioni genetiche e genomiche internazionali, gli sviluppi della ricerca scientifica e le aspettative future.

Il direttore Anarb Enrico Santus, in qualità di presidente di un gruppo di lavoro, durante il convegno Interbull ha presentato il sistema di calcolo “Snp Mace”, che si propone come un approccio innovativo al calcolo degli indici internazionali basato sulle elaborazioni genomiche elaborate a livello nazionale.

Al convegno mondiale di genetica (Wcgalp), nella sessione dedicata all’utilizzo della genomica per i nuovi caratteri, Santus ha altresì presentato una ricerca su ‘analisi genomica funzionale e studio delle vie metaboliche delle diverse frazioni azotate nel latte’ svolta dall’Università di Padova in collaborazione con l’Associazione nazionale Anarb.

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome