Prezzi del latte nella Ue, valori in flessione

Ottobre 2019: 34,37 euro/100 Kg. In confronto con ottobre dell'anno scorso, quando il prezzo era pari a 35,83 euro/100 Kg, la variazione risulta nettamente negativa: -4,07%. Tendenza contraria nel nostro Paese: +7,82%. Dal Milk market observatory, servizio della Commissione europea

 

Alla flessione lievemente negativa su base mensile, in ottobre, si affianca un netto calo del prezzo del latte a livello comunitario rispetto allo scorso anno. Questa la situazione che scaturisce dai dati pubblicati dal Milk market observatory, il servizio della Commissione Ue che attua un monitoraggio del mercato lattiero continentale.
I dati sono reperibil al sito internet https://ec.europa.eu/agriculture/market-observatory/milk_it ; sono consultabili comunque cliccando qui le tabelle e i grafici del Milk Market Observatory Ue  aggiornati al 5 novembre 2019.
Analizziamo in dettaglio i singoli elementi. A ottobre, il valore europeo medio mensile del latte crudo alla stalla è stato pari a 34,37 euro/100 Kg, in timida discesa dello 0,06% rispetto al dato rilevato a settembre (34,39 euro/100 Kg).
Se però si considera il dato tendenziale, ovvero il confronto con lo stesso mese dell'anno scorso, quando il prezzo era pari a 35,83 euro/100 Kg, la variazione risulta nettamente negativa e precisamente pari a -4,07%.
È bene sottolineare che se l’andamento congiunturale (mese su mese) è comunque un dato importante, il dato tendenziale rivela in modo più efficace come si sta muovendo il mercato, in quanto dà valori che non risentono degli effetti stagionali e comunque transitori. Inoltre, dobbiamo ricordare che i dati non sono rilevazioni dirette di mercato ma risultano da elaborazioni medie da parte dei servizi della Commissione Ue, e proprio per questo permettono di dare un’indicazione obiettiva di come sta procedendo il mercato.

In Italia

Sempre nel periodo di riferimento, in Italia il prezzo del latte crudo alla stalla è rimasto stabile su base mensile ma mostra valori sensibilmente più elevati su base annuale: in ottobre infatti il valore ha segnato 39,69 euro/100 Kg, un livello invariato rispetto a settembre ma del 7,82% superiore nei confronti della stesso mese del 2018, quando valeva 36,81 euro/100 Kg.

In Francia

Rivolgendo l'attenzione agli altri paesi europei, passiamo ora a vedere cosa è successo ai sistemi principali competitori dell'Italia nel campo della produzione lattiera.
In Francia a ottobre la quotazione del latte alla stalla è scesa (-1,12%) rispetto a settembre, passando cioè da 37,34 euro/100 Kg a 36,92 100 Kg. Anche in questo caso la variazione tendenziale è invece leggermente positiva e pari a 0,57%, dato che a ottobre 2018 il valore medio del latte in Francia era stato calcolato a 36,71 euro/100 Kg.

In Germania

Situazione diversa in Germania, dove non si registra variazione congiunturale, in quanto il latte crudo tedesco vale a ottobre la stessa cifra (33,88 euro/100 Kg) di quanto valeva a settembre, mentre dal punto di vista tendenziale si registra un netto calo (-7,51%), pere il fatto che il latte a ottobre 2018 era valutato 36,63 euro/100 Kg.
Sintetizzando il quadro dei dati riguardanti il prezzo del latte crudo alla stalla si evince che l’Italia nel mese di ottobre ha avuto la migliore performance europea rispetto allo stesso mese dell’anno scorso, mentre sia la Germania che anche in generale a livello europeo la tendenza è stata verso il netto calo. Solo la Francia sempre, in ottobre, ha debolmente migliorato la propria situazione a livello tendenziale.

Le commodity

Per quanto riguarda le commodity del latte, il prezzo del burro a ottobre risulta in discesa e il latte in polvere in forte aumento. Le valutazioni del Milk market observatory per la componente grassa del latte crudo segnalano a ottobre un prezzo di 368 euro/100 Kg, in debole calo (-0,54%) su settembre, quando valeva 370 euro/100 Kg ma in forte discesa (-23,97%) rispetto a ottobre 2018. Il burro, dunque, negli ultimi dodici mesi ha perso molto valore.
Situazione opposta per la polvere di latte. A cominciare dal prodotto scremato (in sigla Smp, dall'inglese skim milk powder) che a ottobre viene indicato dai servizi della Commissione Ue a 235euro/100 Kg, contro i 222 euro/100 Kg di settembre (variazione congiunturale a +5,85%) e contro i 156 euro/100 Kg di ottobre dell'anno scorso (variazione tendenziale a +50,64%).
Un andamento simile ma più smorzato si rileva anche per la polvere di latte intero (Wmp, whole milk powder), che a ottobre – sempre secondo il Milk market observatory – valeva 301 euro/100 Kg, e cioè l'1,35% in più di settembre (quando segnava 297 euro/100 Kg) e l'11,48% in più rispetto a ottobre 2018 (quando quotava 270 euro/100 Kg).

Prezzi del latte nella Ue, valori in flessione - Ultima modifica: 2019-11-14T17:45:11+00:00 da Giorgio Setti

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome