Montasio, in aumento produzione e prezzo

formaggio montasio
Maurizio Masotti
Anche per questo formaggio dop il 2018 non è stato avaro di soddisfazioni. Buone in particolare le quotazioni, che per alcune stagionature hanno fatto segnare un buon +4,6%

È stato approvato all’unanimità il bilancio consuntivo 2018 del Consorzio di tutela del Formaggio Montasio Dop che, nei giorni scorsi, ha riunito i soci in occasione della consueta assemblea annuale.
Per il tipico formaggio a pasta dura, prodotto in Friuli Venezia Giulia e parte del Veneto, il bilancio 2018 evidenza dati positivi con un incremento delle vendite e una produzione in crescita dell’11,07% con 882.589 forme, pari a 64.489 quintali di latte (+11,42%), rispetto al 2017. Nel corso del 2018 sono stati raccolti, presso i caseifici associati, 3.625.706 quintali di latte con un incremento del 5,76% rispetto l’anno precedente.
La produzione di formaggio Montasio Dop con la dizione “Prodotto di Montagna” ha interessato 62.776 forme e rappresenta il 7,11% dell’intera produzione.
Da segnalare anche un dato positivo per quanto riguarda l’incremento medio del prezzo che, per alcune stagionature, è stato pari al 4,6%. Altrettanto significativa è la consistente contrazione nelle scorte di Stravecchio e di Stagionato, dato che denota un maggior apprezzamento nel mercato del prodotto invecchiato.
“Amplieremo oltre la zona
la conoscenza del formaggio”
«Un 2018 da segnare come un anno di cambiamento - afferma Maurizio Masotti (nella foto), presidente del Consorzio di tutela – dove siamo stati impegnati in una importante campagna promozionale e scientifica con risorse che attingono al Fondo Psr e alla Legge 25/16. Investimenti che rappresentano una delle leve fondamentali per sostenere l’incremento della produzione e creare nuovi spazi di mercato».

formaggio montasio
«Stiamo puntando a un nuovo posizionamento valoriale – aggiunge la direttrice e responsabile marketing, Marina Cavedon - cercando di ampliare la conoscenza del formaggio Montasio Dop anche oltre la zona di produzione attraverso il canale della grande distribuzione, una mirata attività social, web e stampa, ma anche attraverso esperienze sensoriali dirette tra degustazioni, aperitivi, fiere e showcooking. Siamo partiti da un rinnovamento d’immagine per alzare il livello del valore percepito con una nuova identità più pulita, attraente, elegante e raffinata, mettendo in evidenza che il Montasio Dop è naturalmente privo di lattosio. Sì, perché il Montasio Dop è privo di questo zucchero in tutte le sue stagionature. Un fattore importante se pensiamo che, nell’agroalimentare, sta crescendo tutto ciò che è “naturale” e sostenibile. Data la crescita delle intolleranze alimentari è quindi sempre più necessaria un’attenzione particolare ai prodotti naturalmente senza lattosio e senza glutine».
E, nel 2019, le attività di promozione intraprese dal Consorzio proseguiranno con una maggiore incidenza e visibilità verso i canali della gdo, mirate soprattutto dell’interland milanese. Si faranno attività volte a catturare l’attenzione del consumatore durante la fase di acquisto, proponendo assaggi, degustazioni e raccontando la storia del Montasio Dop. Ma l’attenzione sarà rivolta anche verso una maggior caratterizzazione del prodotto attraverso un’indagine sensoriale basata su un panel di assaggiatori esperti e di una metodologia scientifica che ne definisca i caratteri distintivi e identitari per far sì che si differenzi dagli altri prodotti similari.
Durante l’assemblea del Consorzio è intervenuto anche il direttore di PromoTurismoFvg, Lucio Gomiero, il quale ha ribadito l’importanza strategica di questa Dop per la valenza turistica che rappresenta nell’ambito della promozione dell’intero territorio regionale.l

Montasio, in aumento produzione e prezzo - Ultima modifica: 2019-05-17T15:27:31+00:00 da Lucia Berti

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome