Ecco le migliori bovine di razza Bruna e Frisona

Gli esiti delle mostre bovine tenutesi alla Fazi: la 51ª Mostra nazionale della razza Bruna, organizzata da Anarb, e il 18° Dairy Open Holstein Show, organizzato da Anafij. Mostre che preparano le due associazioni ai prossimi eventi: il Confronto europeo della razza Bruna, nel 2020 a Verona, e il Confronto europeo di Libramont, in Belgio, il 12 e 13 aprile

Bruna e Frisona
Bruna 2019, la campionessa della mostra, con la fascia: IT014990127241 Del Curto Blooming Esperance.

Si può parlare di genetica bovina anche partendo dalla fine, dai risultati finali del lavoro di miglioramento genetico. E per parlare dei risultati finali del miglioramento genetico non c’è niente forse di più attuale e di più concreto di quanto si è visto alle grandi mostre bovine andate in scena il 2 e il 3 febbraio scorsi alla Fiera Fazi di Montichiari (Bs).
Si tratta della 51ª edizione della Mostra nazionale del Libro genealogico della razza Bruna italiana, organizzata dall’Anarb, e della la 18ª edizione del Dairy Open Holstein Show, organizzata da Anafij.

Mostra nazionale Anarb: vince Esperance
Mentre è già in moto la macchina organizzativa che vedrà prossimamente a Verona, nel 2020, il Confronto europeo della razza Bruna, lo scorso 3 febbraio alla Fiera di Montichiari ha chiuso i battenti la Mostra nazionale della razza Bruna italiana / Bruna2019, giunta alla 51ª edizione.
Bruna2019 è stata organizzata a Montichiari da Anarb, l’Associazione nazionale di razza. Una manifestazione rappresentata soprattutto da una folta partecipazione di giovani, nuovi allevatori.

Con un chiaro messaggio per il futuro: i vertici delle classifiche sono stati conquistati da animali giovani, di notevole valore morfo-funzionale, frutto dei risultati della più recente valutazione genomica. Soggetti che hanno evidenziato al meglio le caratteristiche tipiche della razza, con notevoli produzioni per quantità e qualità, benessere animale, frutto di un lavoro quotidiano di selezione, ma anche di professionalità, impegno e passione da parte degli allevatori.

Più di cinquanta gli espositori di razza Bruna presenti in fiera con centotrenta capi provenienti da Bari, Belluno, Bergamo, Brescia, Lecco, Padova, Parma, Sondrio, Taranto, Trento, Treviso, Verona.

Bruna e Frisona
Bruna 2019, la premiazione delle tre campionesse della Mostra, categoria vacche. Da sinistra: Ilario Bazzoli del Consorzio SuperBrown Trento e Bolzano, Onofrio Maellaro vice presidente Anarb, Floriano De Franceschi presidente Arav, Giantommaso Pavone sire analyst Polar, Martina Barri conduttrice della terza classificata, Mauro Bonomi comproprietario della campionessa di riserva, Gian Maria Del Curto proprietario della campionessa, Daniele Galbardi giudice della mostra, Enrico Colli presidente Sezione Bruna di Sondrio, Germano Giancarli presidente Centrofiera di Montichiari, Enrico Santus direttore Anarb, Silvano Turato presidente Anarb.

Tra le nomination, campionessa nazionale di Bruna2019 è risultata Esperance (Blooming x Nesta) di Del Curto Farm (Sondrio), risultata anche Migliore mammella della mostra per le vacche giovani, campionessa e migliore mammella della 12a categoria (vacche in lattazione da 32 a 40 mesi). Esperance è una primipara (Ite 795 rank 99 genomico) molto funzionale sia nell’apparato mammario, sia nella struttura nonché negli arti&piedi, con una produzione giornaliera pari a oltre 34 kg di latte con il 4,97% di grasso e il 4,17 % di proteine.

Campionessa riserva Albon Blooming Kira (Blooming x Alibaba) di Bonomi Ennio (Brescia) - azienda che ha conquistato anche il titolo di ‘Miglior Allevatore Espositore’ dell’intera manifestazione – altresì riserva vacche giovani e campionessa e migliore mammella della 11° categoria ‘vacche in lattazione fino a 32 mesi’. Un’altra primipara (Ite 518 rank 91 genomico) già di alto livello seppure molto giovane - due anni e cinque mesi – con una produzione giornaliera pari a oltre 32 kg di latte con il 3,85% di grasso e il 3,50% di proteine.

Menzione d’Onore a Giada (Td x Glenn) di Invernizzi Giovanni (Lecco), campionessa nazionale anche delle vacche adulte nonché campionessa, migliore mammella, premio biodiversità e miglior genetica della 16° categoria ‘vacche in lattazione produttive e longeve’. Una pluripara (Ite 645 rank 97 genomico) di cinque parti con una produzione media annua in 305 gg pari a oltre 10.000 kg di latte con il 4,10% di grasso e il 3,8% di proteina.

Bruna e Frisona
Latteco, Premio Biodiversità Anarb (al più basso valore di consanguineità tra i soggetti in concorso): la premiazione. Da destra: i due sire analyst Polar e SuperBrown, rispettivamente Giantommaso Pavone e Ilario Bazzoli; poi Flaminio Locatelli, consigliere Anarb; infine i rappresentanti dell’azienda Bontempi Barbara di Brescia, proprietaria di Prestello Perla.

Migliore mammella delle vacche adulte di Bruna2019 è risultata P.V. Macol Sele (Macol x Potassio) dell’az. agr. Ponte Vecchio S.S. Soc. agr. (Treviso), campionessa di riserva e anche migliore mammella della 15° categoria ‘vacche in lattazione oltre i 5 anni’. Un soggetto (Ite 541 rank 93), già vincitore nel 2017 per il medesimo premio nazionale, con tre parti all’attivo e una produzione in 305 gg di quasi 9.000 kg di latte con il 4,10% di grasso e il 3,70% di proteina.

Campionessa Manze: Mylady Et (Norwin x Juleng) di Pedrini Maddalena (Sondrio), prima nella 7° categoria ‘manze e giovenche da 24 a 30 mesi’.
Riserva Manze Adda: (Biver x Anibal) di Zamboni Adriano (Sondrio), campionessa e miglior genetica nelle manze da 16 a 20 mesi.

Terza assoluta manze: Loca Priscilla Genox Boy (Genox-Boy x Dallas-Ch) dell’az. agr. Locatelli Guglielmo & C. (Bergamo), seconda classificata della 7° categoria ‘manze e giovenche da 24 a 30 mesi’.
I premi “Bruna dell’anno” e ‘Latte Qualità’ sono andati entrambi a Kam Davev Vanda (Danex x Min Asso) di Campanella Vito (Bari), seconda classificata tra le campionesse vacche adulte nazionale, riserva e miglior produzione della 16° categoria ‘vacche in lattazione produttive e longeve’.

Miglior genetica nazionale alla vitella Marlena (Bender x Solaris) di Maso Stivo Ssa (Trento), titolo conquistato anche nella 3a categoria vitelle da 8 a 12 mesi.

I concorsi del Bic, Bruna junior club
Sempre alla fiera di Montichiari si sono tenuti i concorsi del Bruna junior club (Bjc), dove il titolo di “Giovane d’oro” è stato conquistato da Francesco Lattarulo (Bari), primo anche tra i senior del concorso toelettatura.
Il “Miglior Giudizio Morfologico” è stato espresso da Daniel Vicenzi (Bolzano).
Nella conduzione si sono distinti Graziano Turnone (Taranto) tra i junior, e Stefano Defrancesco (Trento) tra i senior. Loris Chincarini (Trento) nel concorso di toelettatura junior.
Tra gli altri partecipanti ai concorsi Bjc: Anesin Daniele, Bonan Teddy, Campostrini Michela, Capitani Martina, De Cet Michela, Gabrielli Erik, Garzetti Elisa, Geronazzo Stefania, Morandini Luca, Perot Simone, Spinelli Gianni, Stella Davide, Tinelli Giuseppe, Turnone Andrea e Wild Annalena.
Campionessa nazionale della 14ª Mostra Bjc è risultata Gaia (Norwin x Vigor) della Del Curto Farm (Sondrio); sua riserva Stiff Blooming Sasha (Blooming x Nesta) di Maso Stivo Ssa (Trento); Menzione d’onore per Camp Blooming Falkby (Blooming x Falk) di Campostrini Massimo (Verona).

Altri premi Anarb a Montichiari
Infine: è andato a Sondrio il Trofeo dei Presidenti, seguito da Brescia e Bergamo. Il Premio Biodiversità-Latteco è andato a Prestello Perla (Harper x Hot) di Bontempi Barbara (Brescia).
Il Concorso di Giudizio Morfologico per gli studenti delle scuole d’agricoltura è stato vinto dall’Itas Cantoni (Bergamo), seguito dall’Itas Lorenz (Venezia) e dall’Ipaa Gazoldo degli Ippoliti (Mantova).
Bruna 2019 è stata giudicata dall’esperto nazionale Daniele Galbardi, coadiuvato dal supplente Gianfranco Cola.
I Centri di i.a. Polar e SuperBrown, unitamente a Ascor-Vetoquinol, Ram Brokers srl, Selvaspina Coccarde, Edagricole, L’Informatore Agrario - Stalle da Latte, hanno contribuito alla riuscita dell’evento.
Sulla pagina Facebook dell’Anarb si può guardare il reportage fotografico completo della rassegna e su www.anarb.it le classifiche integrali di Bruna2019. Il prossimo maggiore appuntamento con le bovine Anarb sarà a Verona dal 29 gennaio al 1° febbraio 2020, nell’ambito della 114ª Fieragricola, con il Confronto europeo della razza Bruna.

E al Dairy Show vince Castelverde Atwook Perlie
Passiamo ora dalla Bruna alla Frisona, o meglio dalle iniziative Anarb a quelle dell’Anafij (l’Associazione nazionale degli allevatori di razza Frisona e Jersey). L’associazione, in occasione della Fiera di Montichiari, ha organizzato una mostra di grande richiamo, il 18° Dairy Open Holstein Show. Vi hanno partecipato 159 bovine, presentate da 45 allevatori.

Bene, il Dairy Show 2019 parla cremonese: il giudice Barclay Phoenix, canadese, ha assegnato il premio di Campionessa assoluta della rassegna alla bovina “Castelverde Atwook Perlie”, nata il 17 aprile 2015, di proprietà dell’allevamento Quaini Giuseppe Castelverde Holstein, realtà che si aggiudica anche il premio di “Primo allevatore”.

Azienda multifunzionale con produzione di energia rinnovabile (fotovoltaico e biogas che trasforma le deiezioni), l’allevamento di Giuseppe Quaini alleva un migliaio di capi, 400 dei quali sono vacche in lattazione. L’intera produzione lattiera (oltre 47mila q) è consegnata alla Latteria Soresina per la produzione di Grana Padano.

Soddisfatto per la vittoria, Quaini lancia un messaggio ai giovani allevatori: “L’augurio che posso fare è che ci sia continuità e stabilità per il nostro lavoro, perché è impegnativo, ma regala molte soddisfazioni. Oggi purtroppo vedo qualche motivo di instabilità e, purtroppo, questo fa sì che non sempre sia assicurato il ricambio generazionale”.

Il titolo di Campionessa riserva vacche e di Miglior mammella vacche adulte è andato alla vacca “Anna Lena 39 Et”, di proprietà dell’allevamento Errera Holsteins di Borgo Virgilio (Mantova). L’animale è in comproprietà con Agriber (Piacenza) e Ladina Marcello (Cremona).
Davide Errera, allevatore abbonato con i podi del Dairy Show, ha vinto la classifica come “Primo espositore”. E la sua bovina “C.M.E. Atwood Genny” ha meritato la palma di Miglior mammella vacche giovani.

Bruna e Frisona
Dairy Show 2019, Montichiari: la premiazione. Da sinistra: Fortunato Trezzi (presidente Anafij), Davide Vanzetti (allevatore torinese, traduttore), Renato Baratti (assessore del Comune di Montichiari), Barclay Phoenix (giudice canadese), Germano Giancarli (presidente Centrofiera Montichiari), Paul Petriffer (il portatore della Campionessa), Germano Pè (consigliere Aral), Massimo Civettini (il portatore della Riserva), Mauro Beltramino (il portatore della Menzione), due ragazze componenti del gruppo Bel Holstein, Ezio Zorzi (direttore di Centrofiera Montichiari).

Menzione d’onore vacche all’animale “Du Bon Vent Inkapi” dell’allevamento Beltramino S.S. di Torino, in comproprietà con gli allevamenti Bag2, Allevamento Nure, Bach e Sarreri di Torino.

Per il giudice, veterano delle competizioni internazionali, al 18° Dairy Open Holstein Show il livello qualitativo delle bovine è stato “molto elevato, in linea con la manifestazione”. I risultati del concorso aiuteranno l’Anafij, l’Associazione nazionale degli allevatori di razza Frisona e Jersey, a selezionare le candidate che parteciperanno al confronto europeo di Libramont, in Belgio, il 12 e 13 aprile.

I dettagli da Anafij
Per concludere questo report sul Dairy Show 2019, ritorniamo ancora sulle prime tre frisone classificate proponendo altre informazioni tecniche fornite all’Informatore Zootecnico direttamente da Anafij:

Campionessa: IT019991327773 CASTELVERDE ATWOOD PERLIE, AtwoodXGoldsunXSpirte, di Quaini Giuseppe Castelverde Holstein - Castelverde (Cr). «Vince sulla sua riserva per il piano della mammella più alto, gli arti meglio impostati e la generale miglior correttezza e qualità di ossatura».

Campionessa Riserva vacche: DE000357124374 ANNA LENA 39 ET, AtwoodXAdventXDurham, di Errera Holsteins (Mn) = Agriber (Pc) = Ladina Marcello (Cr)(Mn): «Prevale sulla menzione per larghezza maggiore dell’attacco posteriore di mammella e l’equilibrio marcato di tutto l’apparato mammario».

Menzione d’onore vacche: FR005628122301 DU BON VENT INKAPI, Brawler X Knowledge X Dolman, dell’Allevamento Beltramino S.S. (To) = Bag2 = All. Nure = Bach = Sarreri (To). «È un ottimo soggetto per apparato mammario, con estremi caratteri da latte».

Ecco le migliori bovine di razza Bruna e Frisona - Ultima modifica: 2019-03-05T15:57:30+00:00 da Giorgio Setti

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome