Coronavirus, Mercuri: “Dalle cooperative un appello ai produttori per contenere la produzione di latte”

Il 10% della produzione nazionale già adesso fatica a trovare collocazione sul mercato, dice il presidente di Alleanza cooperative agroalimentari. Le strutture cooperative temono di non essere più in grado di trasformare tutto il latte raccolto dai propri soci

 

“Siamo a fianco delle nostre cooperative e sosteniamo l’appello che stanno lanciando in questi giorni ai loro soci affinché riducano il più possibile la produzione di latte”. Così Giorgio Mercuri (nella foto), presidente di Alleanza cooperative agroalimentari.
Che prosegue: “Bisogna essere realisti: stimiamo che il 10% della produzione nazionale già adesso fatichi a trovare collocazione sul mercato. La chiusura su tutto il territorio nazionale di bar, ristoranti, agriturismi, e di tantissime altre attività produttive legate al canale horeca ha provocato infatti in pochi giorni il crollo della vendita di latte fresco e di molti prodotti trasformati.
In questa situazione di assoluta emergenza dovuta alla diffusione del coronavirus, le strutture cooperative temono di non essere più in grado di trasformare tutto il latte raccolto dai loro soci e stanno invitando pertanto la propria base associativa a fare ogni sforzo per ridurre la produzione di latte. I quantitativi di latte raccolti dalle 600 cooperative che operano in Italia superano i 7,5 milioni di tonnellate di latte, pari a più del 62% della materia prima nazionale”.

Negli allevamenti

“La situazione negli allevamenti è ormai molto compromessa - aggiunge Mercuri - e la cooperazione è impiegata, insieme a tutti gli operatori del settore, dalle organizzazioni di categoria al mondo industriale, a intraprendere ogni possibile misura pur di non arrivare al fermo dell’attività”.
“Mi preme rassicurare che sta intanto proseguendo senza sosta l’attività di lavorazione delle cooperative agroalimentari su tutto il territorio nazionale per garantire continuità di fornitura dei prodotti alimentari. Continua anche il nostro confronto quotidiano come Alleanza cooperative con i ministri e il governo, affinché vengano prese al più presto misure per sostenere le imprese che operano nel comparto. Positivo in tal senso è stata la decisione assunta dalla Ministra Teresa Bellanova di destinare 6 milioni di euro all'acquisto di latte uht da destinare alle persone più bisognose”.

17 mila stalle

Ad Alleanza cooperative Agroalimentari aderiscono 600 cooperative lattiero casearie - diffuse in Lombardia, Emilia Romagna, Trentino Alto Adige, Veneto, Sardegna, Piemonte, Marche, Puglia, Campania e Calabria - che generano un giro d’affari di 7 miliardi di euro e garantiscono occupazione a oltre 12.600 addetti.
Alle cooperative aderiscono circa 17 mila stalle, dalle quali viene raccolto oltre il 62% della materia prima nazionale, ovvero circa 7,5 milioni di tonnellate di latte. Alleanza cooperative contribuisce al sistema lattiero caseario del Paese con circa 7 miliardi di euro, che corrispondono al 50% del fatturato complessivo del comparto.

 

Coronavirus, Mercuri: “Dalle cooperative un appello ai produttori per contenere la produzione di latte” - Ultima modifica: 2020-03-14T18:55:14+01:00 da Giorgio Setti

1 commento

  1. Limitare ho annullare l’acquisto di latte estero mi sembra la cosa più giusta da fare, e questo è il momento per capire se l’Italia è veramente governata da gli Italiani.
    Mentre agli italiani, quelli veri chiediamo di acquistare i nostri prodotti , costano un po’ di più è vero ma c’è un motivo e mai come ora ne sarà valsa la pena.
    Ognuno faccia la sua parte!
    Grazie a tutti!

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome