I foraggi secondo il Parmigiano Reggiano / LE LINEE GUIDA

Dal Consorzio di tutela le nuove indicazioni tecniche sull'impiego dei foraggi nell'alimentazione delle bovine da latte. Integrano un documento del 2002 più focalizzato su questioni agronomiche

Il 3 aprile 2015 il direttore del Consorzio del Formaggio Parmigiano Reggiano ha spedito ai produttori del comprensorio una "Guida tecnica" di 56 pagine intitolata “Linee guida per l’uso razionale dei foraggi nell’alimentazione delle bovine che producono latte per il Parmigiano Reggiano”. Per consultare la lettera con cui il direttore ha presentato il documento e la versione integrale della stessa guida tecnica si può cliccare sulle scritte colorate che appaiono qui sotto:

A) LA LETTERA DEL 3 APRILE 2015

B) LA COPERTINA DELLA GUIDA TECNICA

C) LE 56 PAGINE DELLA GUIDA TECNICA

Si tratta di approfonditi consigli tecnici, proposti appunto dal Consorzio del Parmigiano Reggiano, su come utilizzare i foraggi nell'alimentazione delle bovine. Dunque linee guida più concentrate sulle questioni zootecniche, sull'alimentazione e la nutrizione degli animali, che non sulle questioni agronomiche.

D'altra parte dei problemi agronomici legati alla coltivazione, alla raccolta e alla conservazione dei foraggi il Consorzio si era già occupato nel 2002, diffondendo le relative norme tecniche. Con il nuovo documento invece ci si applica più in particolare ai problemi più direttamente zootecnici. In ogni caso le norme agronomiche del 2002 restano ancora più che valide, tanto che il Consorzio le  ha ripresentate nella seconda parte (da pagina 27) della nuova Guida tecnica.

Tornando comunque alle nuove Linee guida relative ai problemi zootecnici, possiamo aggiungere che queste sono state redatte, oltre che dal Servizio tecnico del Consorzio del Parmigiano Reggiano, e quindi in primo luogo dal dottor Marco Nocetti, anche da un grande esperto della materia, il professor Andrea Formigoni dell'Università di Bologna.

 

 

 

CONDIVIDI

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome