Carne bovina e nuova Pac, convegno Unicarve, Padova 11 febbraio 2015 / LE RELAZIONI

Il titolo dell'incontro era «La nuova Pac 2015 - 2020: Le novità per la zootecnia bovina da carne - Gli aiuti accoppiati». Unicarve è un'associazione di produttori di bovini da carne con centinaia di allevatori associati

A) INVITO al convegno

B) INTRODUZIONE Convegno PAC 2020_11_02_2015

C) RIPEPI MIPAAF, Convegno PAC 2020_11_02_2015

D) MARCHESIN Convegno PAC 2020_11_02_2015

Cliccando sulle scritte colorate situate qui sopra si potranno consultare le relazioni del convegno organizzato da Unicarve a Padova l'11 febbraio 2015. Il titolo dell'incontro era «La nuova Pac 2015 - 2020: Le novità per la zootecnia bovina da carne - Gli aiuti accoppiati». Due sono state le relazioni principali:

- “Pac 2015: i pagamenti diretti ed il sostegno accoppiato per la zootecnia bovina da carne”. Relatrice: ANTONIA RIPEPI - Ministero Politiche agricole - Direzione delle politiche internazionali e dell'Unione Europea.  

- “Etichettatura facoltativa, Sistemi di qualità regionale e nazionale: la situazione e gli sviluppi.” Relatore: GIULIANO MARCHESIN - Direttore Associazione Produttori Unicarve.

................................

UNICARVE  è un'associazione di produttori di bovini da carne con centinaia di allevatori associati. I suoi recapiti sono: Unicarve - Via 1° Maggio, 7 - 35020 Legnaro (Pd). Tel. + 39 049.8830675. Email: info@unicarve.it . Web: www.unicarve.it .

In particolare Unicarve:

• rappresenta i soci presso le Istituzioni regionali e nazionali, eroga servizi tecnici ed economici, svolge attività di informazione e divulgazione con personale qualificato e con l'utilizzo del periodico "Pianeta Carne".
• gestisce la rintracciabilità del prodotto dei soci attraverso le procedure di etichettatura delle carni bovine. Con Decreto Ministeriale 22505 dell'11/12/2000, il Mipaf ha riconosciuto Unicarve come Organizzazione per l'etichettatura facoltativa delle carni bovine ai sensi del Reg. CE 1760/00 e del Decreto 30/08/00 e gli ha attribuito il codice univoco nazionale IT010ET. L'attività è oggetto di autocontrollo interno, di controllo da parte di Ente terzo indipendente e di vigilanza da parte del Mipaaf.
• attesta la qualità delle produzioni dei propri associati attraverso l'adozione dei Disciplinari di Produzione a marchio "Eletta" o "Eccelsa". Le aziende aderenti si sottopongono ai constrolli previsti sui bovini allevati e sulle materie prime utilizzate per l'alimentazione.
• assicura un attento monitoraggio delle normative e delle condizioni di mercato per difendere e salvaguardare gli interessi del comparto e la redditività delle imprese associate.
• promuove accordi commerciali al fine di garantire agli associati le migliori condizioni di mercato sia nella acquisizione di materie prime che nel campo finanziario e assicurativo.

Nel gennaio 2005 Unicarve ha promosso la costituzione della società cooperativa "Unicarve - Produttori carni bovine del Triveneto" con lo scopo di commercializzare direttamente la carne prodotta dai soci con una vera tracciabilità, puntando ad informare il consumatore con una etichetta completa, non solo con le informazioni obbligatorie ma anche quelle facoltative (nome e cognome dell'allevatore, sesso del bovino, razza, data ingresso in allevamento, codice stalla, marchio auricolare, data di macellazione) e con l'apertura di un sito internet appositamente dedicato, www.rebove.it , per consentire di "vedere in faccia" chi ha allevato il bovino e di conseguenza ne garantisce la qualità della carne consumata.

 

CONDIVIDI

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome