Robot di mungitura personalizzati della Lely

lely
L’azienda olandese ha rinnovato la sua gamma Astronaut A4

Lely ha variato la propria gamma di robot di mungitura Astronaut A4 al fine di offrire agli allevatori un supporto migliore per soddisfare le specifiche esigenze del lavoro quotidiano. Focalizzando l’attenzione sui singoli obiettivi di ogni allevatore, il costruttore olandese offre ora robot di mungitura personalizzati.

D’ora in poi l’allevatore che acquista il ro- bot di mungitura potrà decidere quale attività gestionale richiede maggior attenzione nella propria azienda e configurare di conseguenza il proprio Lely Astronaut A4. Questa non è solo una macchina per mungere, ma offre anche soluzioni per migliorare l’efficienza e il monitoraggio della salute delle bovine. È garantita la massima elasticità nella configurazione del robot con la possibilità di combinare scelte differenti e di integrare il robot con optional anche in fasi successive. Con questo approccio, Lely offre soluzioni per le esigenze dell’allevatore di oggi e lo prepara per quelle di domani.

Grazie a queste nuove possibilità di scelta, che riguardano il software, i sensori, il supporto gestionale e altre opzioni, gli al- levatori possono conseguire gli obiettivi aziendali che si sono prefissati in funzione delle loro specifiche esigenze.

La configurazione personalizzata si ottiene dal connubio tra la profonda conoscenza che ha del proprio allevamento ciascun allevatore e l’esperienza accumulata da Lely in venticinque anni di mungitura automatizzata in migliaia di allevamenti in tutto il mondo. Questa combinazione si è rivelata perfetta per lo sviluppo e la realizzazione di prodotti personalizzati mirati a ottenere i risultati migliori per ogni singolo allevamento.

La nuova gamma di prodotti Lely Astronaut è disponibile a partire dal 1° marzo 2016 nei paesi in cui il prodotto viene distribuito.

Per maggiori informazioni, visitare il sito internet http://ilmioastronaut.lely.com/it/

 

L’edicola di Informatore Zootecnico

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome