Geno, nuovi record di vendita per la Rossa Norvegese

rossa
Il successo della razza rossa più esportata al mondo

Geno, la cooperativa con sede a Hamar, in Norvegia, che si occupa della selezione della razza Rossa Norvegese, ha recentemente annunciato livelli di vendite record.

Geno mantiene la sua posizione di leader nelle esportazioni di genetica “rossa” nell’industria delle vacche da latte, con un margine di vantaggio del 23% sulle altre genetiche concorrenti, rendendo la Rossa Norvegese la razza rossa più esportata al mondo.

«Abbiamo visto la popolarità della Rossa Norvegese crescere di anno in anno, ma in maniera particolarmente rapida durante gli ultimi tre anni - dice l’amministratore delegato di Geno Sverre Bjørnstad -. Attualmente siamo presenti in 30 paesi del mondo e i cinque migliori mercati nel 2015 sono stati Usa, Italia, Regno Unito, Olanda e Polonia. Gli allevatori considerano la Rossa Norvegese una razza ideale per incroci con vacche Holstein e per tutti i programmi di incroci in genere.  Sanno che l’uso di tori di Rossa Norvegese darà ottimi risultati per produzione di latte, insieme a eccezionali vantaggi per quanto riguarda salute, fertilità e longevità» aggiunge Bjørnstad.

Il successo degli incroci di Rossa Norvegese in molti allevamenti, con produzioni di latte molto simili a quelli di vacche Holstein e livelli di fertilità e salute nettamente superiori, sta portando a una crescita importante delle vendite di seme.

I dati dagli Stati Uniti dimostrano che gli incroci con la Rossa Norvegese riducono i costi e migliorano i profitti degli allevatori.

Gli ultimi studi indicano infatti un miglioramento netto dei profitti pari a 75 dollari americani per vacca per anno rispetto alle Holstein pure quando si confrontano vacche figlie dei migliori tori delle due razze.

«Gli attenti programmi di selezione messi in atto oltre 40 anni fa in Norvegia stanno dando ottimi risultati per la razza - afferma Bjørnstad -. La selezione dei tori è stata basata su eccellenti caratteri di salute, fertilità, facilità di parto e di produzione di latte in un periodo di tempo molto esteso. Sono sicuro che questo è il motivo per cui la Rossa Norvegese è vincente sulle altre razze per quanto riguarda i programmi di incroci».

 

L’articolo completo è pubblicato su Informatore Zootecnico n. 9/2016

L’edicola di Informatore Zootecnico

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome