Più di quattro milioni e mezzo agli allevatori sardi

La cifra è stata trasferita dall'Agenzia regionale Laore come primo acconto per le prestazioni di assistenza tecnica in zootecnia da svolgere nel corso dell'anno 2018

Quattro milioni e 600 mila euro. È la cifra trasferita recentemente dall'Agenzia regionale Laore, all'associazione regionale degli allevatori della Sardegna (Aras) come primo acconto per le prestazioni di assistenza tecnica in zootecnia da svolgere nel corso dell'anno 2018. L'associazione degli allevatori, convenzionata con la Regione Sardegna, svolge infatti attività di informazione e formazione verso le aziende agropastorali nell'ambito dell'attuazione della Misura 14, del programma di sviluppo rurale, dedicata al benessere e alla cura degli animali. Tale cifra, valida come acconto, è solo la prima parte dei 13,8 milioni di euro, già stanziati dalla Giunta regionale della Sardegna verso Laore con apposita delibera lo scorso mese di febbraio, che andranno a coprire gli interventi previsti nel Piano operativo annuale (Poa) 2018.

Sul Poa in corso l'assessorato all'Agricoltura della Regione Sardegna, in stretta collaborazione con le agenzie regionali agricole e la stessa Giunta, sta prendendo in esame l'ipotesi di modificare la convenzione e di incaricare i veterinari dell'Aras dello svolgimento delle vaccinazioni sui capi bovini per l'epidemia di Blue tongue (lingua blu). Tale campagna di vaccinazioni si rende infatti indispensabile per garantire la

movimentazione, in special modo dei vitelli, verso i punti di ingrasso presenti nella penisola. La vaccinazione riguarda in modo particolare gli allevamenti da ingrasso, ubicati prevalentemente nel Nord Est dell'isola (Gallura), che hanno vista bloccata la movimentazione dei vitelli da esportare oltre Tirreno.

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome