Conad: latte alla stalla a 0,38 euro/litro

Anche la grande distribuzione preoccupata della redditività degli allevatori

Anche il Conad è preoccupato per «il grave stato di crisi che sta attraversando il settore lattiero-caseario italiano». E per il fatto che «c’è già chi sta tentando di pagare il latte alla stalla un prezzo insostenibile per gli allevatori, che non copre i prezzi di produzione: 0,35 euro/litro».
In merito, l’amministratore delegato di Conad Francesco Pugliese interviene sottolineando: “Siamo preoccupati per la crisi che sta affossando il settore. Conad, nella contrattazione con i fornitori per quanto riguarda il latte, i formaggi e i latticini a proprio marchio, ha ritenuto di fissare il prezzo da pagare per l’acquisto di latte alla stalla a 0,38 euro/litro, prezzo da cui partire per fissare il prezzo del prodotto finito. Una decisione maturata per superare le tensioni che stanno crescendo nel mercato, perché ritiene sia una questione di equità, per valorizzare l’italianità dei prodotti».
Pugliese continua ricordando che Conad, per i prodotti a marchio, «si avvale di una filiera che garantisce latte e latticini 100% italiani».
Continua l’ad: «Iniziative come quella del ministero, che ha lanciato una campagna di educazione alimentare avviando il progetto Latte nelle scuole, sono apprezzabili; ma non sono sufficienti. Serve più impegno per dare fiato all’economia e sostegno alle imprese, rinunciando ad adottare norme vessatorie qual è la reverse change. Auspichiamo che l’industria e la distribuzione nazionali e quelle straniere presenti in Italia assumano un forte senso di responsabilità per trovare soluzioni che diano risposta alle rivendicazioni che molti allevatori italiani avanzeranno in diverse città nel prossimo week end. La nostra è solo una tappa, necessaria, in attesa che si apra una riflessione generale su tutta la filiera. Ogni attore della filiera deve sentirsi responsabilizzato a garantire il futuro ad un comparto strategico per l’agroalimentare italiano, oggi a rischio di emarginazione, operando di comune accordo per ammodernarlo e migliorarlo».
Nel corso del 2014 Conad ha commercializzato con il proprio marchio 114 mila tonnellate di prodotti lattiero-caseari 100% italiani, in gran parte latte fresco e Uht, formaggi stagionati, yogurt, formaggi freschi e prodotti a base di panna. I.Z.

CONDIVIDI

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome