Granlatte, aumentano i conferimenti dei soci: +5,66% nel 2015

Approvati bilancio consolidato e bilancio di esercizio 2015 di Granlatte, cooperativa che controlla Granarolo

Il consiglio di amministrazione di Granlatte, società cooperativa agricola che controlla Granarolo spa, riunitosi martedì 29 marzo 2016 sotto la presidenza di Gianpiero Calzolari, ha approvato il bilancio di esercizio e il bilancio consolidato chiusi al 31 dicembre 2015. Il fatturato raggiunto dalla cooperativa è stato pari a 236 milioni di euro, in flessione rispetto ai 261 milioni di ero del 2015 (-9,5%) principalmente a causa della significativa diminuzione del prezzo della materia prima.

Le quantità di latte conferite nell’anno 2015 sono aumentate rispetto al 2014 attestandosi a 5,6 milioni di ettolitri, +5,66% rispetto ai 5,3 milioni di ettolitri del 2014. L’aumento è da attribuire ai nuovi investimenti effettuati dai soci dopo la fine delle quote latte. Il cda ha espresso apprezzamento per lo sforzo che la controllata ha messo in atto per ritirare e valorizzare tutto il latte conferito dai soci Granlatte nonostante nel nostro Paese dal 2010 ad oggi si siano perse ben 320mila tonnellate di consumi di latte.

Il cda ha confermato analogo impegno da parte del Gruppo anche per l’anno 2016: verrà lavorato l’ulteriore aumento di conferimento di materia prima che ad oggi risulta essere pari al 13% (crescita rispetto al 2014). La stima a fine anno prevede il superamento dei 6 milioni di quintali di latte.

Sulla base dei risultati conseguiti dalla cooperativa in occasione della prossima assemblea sarà pertanto proposto un prezzo medio di liquidazione, articolato per tipologie, qualità ed area di produzione pari a €/hl. 43,42 Iva inclusa

Il cda infine ha preso atto dei risultati della controllata Granarolo, grazie ai quali nel 2016 entreranno nelle casse della cooperativa dividendi pari a oltre 9 milioni di euro.

CONDIVIDI

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome