Le capre di Orzinuovi

capre Orzinuovi
Prevalgono sulle altre alla Fiera di Orzinuovi organizzata dall’Aipa di Brescia e Bergamo le capre allevate nella provincia di Brescia. Ecco i nomi delle aziende premiate

Ha riscosso grande successo la Mostra interprovinciale delle razze caprine dedicata alle razze Saanen e Camosciata delle Alpi, organizzata nei giorni scorsi dall’Aipa di Brescia e Bergamo (Associazione interprovinciale allevatori) nell’ambito della 67esima edizione della Fiera di Orzinuovi (Bs). Un evento che come sempre ha puntato a sostenere i progressi di un settore in forte crescita nell’area lombarda, registrando la partecipazione di circa 150 soggetti delle province di Brescia, Bergamo e Cremona.

A coronare la rassegna anche il concorso relativo ai formaggi caprini, che ha visto la presentazione di una sessantina di tipologie valutate dagli esperti della sezione Onaf di Brescia.

Due allevamenti di Rovato hanno trionfato nella sezione “Camosciata delle Alpi”: si tratta dell’agricola Salvellina (che ha portato a casa i titoli di Re e Regina della Mostra) e dell’azienda Pontoglio Lucia (Miglior mammella e Miglior allevamento).

Nella sezione Saanen, il titolo di re della mostra è stato conquistato dall’allevamento di Roberto Gualeni ad Orzinuovi, mentre per la Regina ha vinto ancora una volta Salvellina di Rovato. I premi Miglior mammella e Miglior allevamento sono andati all’agricola Gianluca Consoli, sempre a Rovato.

Tutto bresciano anche il podio dei formaggi. L’agricola Andrea Brescianini di Palazzolo è arrivata prima nel settore Caprino Fresco, Le Frise di Artogne ha trionfato per quanto riguarda i caprini stagionati, mentre nelle formaggelle l’azienda di Ines Grezzini a Tremosine ha trionfato nella categoria “Fresca”, Andrea Bignotti di Polpenazze in quella “Stagionata”.

“I risultati di Orzinuovi confermano la solidità sempre crescente dell’allevamento caprino non solo in montagna ma anche nelle aree di pianura”, afferma il presidente Aipa Germano Pè. “Senza nulla togliere all’importanza del settore caprino, la speranza dell’Aipa è ora che nei prossimi anni Orzinuovi possa tornare a essere un’importante occasione di visibilità e promozione per l’intero comparto zootecnico, che come noto ha in Brescia la provincia leader a livello nazionale sia per numeri che per profilo qualitativo delle produzioni”.

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome